La simbologia dell’immagine di copertina

La copertina di questo romanzo è nata da dipinto creato apposta e sulla base dei contenuti della storia dall’artista Beatrice Lavopa – Art Design – L’idea. L’immagine.
Non svelo troppo per non rovinare la sorpresa a chi sceglierà di leggere #LaMacchinadelSilenzio, ma si tratta di elementi simbolici che svelano passaggi e punti fondamentali del romanzo. Sicuramente avrete riconosciuto l’occhio, chiaro riferimento alla Massoneria, una società piú o meno occulta costruita da personaggi influenti legati gli uni altri dal reciproco sostegno. A qualcun altro avrà sicuramente ricordato il Grande Fratello, spero quello di Orwell. Ebbene c’è molto in questo romanzo che ci porta a pensare di essere costantemente sorvegliati. No, nessun complottismo fine a se stesso. Si tratta di guardarci attorno e capire la realtà alla luce della storia che ci ha portati fino a qui. Ben inteso, si tratta di un thriller, quindi una storia veloce e dinamica. Ma si sa, per creare una storia di questo tipo è necessario documentarsi molto. E so che molti di voi sono appassionati, oltre che di thriller, anche dei temi che in questo romanzo vengono trattati.