Io mi fermo qui

Io mi fermo qui.
C’è odore di pane caldo.
E fuori infuria la tempesta.
Un giorno, accade.
E non toccherà al vento,
spazzar via il veleno.
Tanto meno ai giorni.
Da qui vedo il mare.
E la pioggia, acida.
Gocce che scivolano,
sui vetri sporchi.
Ed è inevitabile.