Intelligenza artificiale e computer quantico

Sia ne #LaMacchinadelSilenzio, sia ne #Lequazione, si introduce il tema del “modello numerico”. Che cos’è. Si tratta, per farla molto molto breve, di un’equazione, di una formula matematica, semplificando ancora, in grado di rispondere a determinate caratteristiche che dipendono dal tipo di utilizzo che si vuole fare dell’informazione. Esistono infatti modelli in grado di “prevedere” il meteo, di capire la voce umana, di individuare cosa inseriremo domani nella lista della spesa. Tutte applicazioni molto semplici, ma che ci portano a un tema che domani diventerà fondamentale. Costruire un’intelligenza artificiale. Ovvero fare in modo che un computer, una macchina, ragioni come il cervello di un essere umano. Oggi esistono diversi esperimenti fatti da Google, Facebook e diversi altri colossi della tecnologia, ma tutto si ferma di fronte alle capacità attuali degli elaboratori, dei computer, in sostanza. Ma anche da questo punto di vista siamo di fronte a un’innovazione che ben presto cambierà tutti i nostri punti fermi e farà elevare esponenzialmente le capacità di calcolo a oggi disponibili. Sto parlando del Computer Quantistico, che utilizzerà un sistema che supererà i limiti dell’attuale informatica. Si passerà da un sistema che fino a oggi utilizzava nei suoi codici o lo zero e l’uno, con un sistema che rende possibile che allo stesso momento un valore possa essere sia zero che uno. Parliamo, infatti, di fisica quantistica. Un sistema che sembra incomprensibile, ma che governa l’universo intero. Per concludere, il modello numerico non è che la chiave di volta di un sistema molto più complesso che ci circonda. Ma il tema forse più delicato è: quanto un’equazione potrà davvero simulare la mente umana? Sarà in grado di sostituirla?