Il sorriso

Ho vagato,

amato ciò che non doveva essere amato.

Sbagliato.

Le strade portano in luoghi lontani.

Dove piove a dirotto,e lacrime si confondono.

Ci portano a dubitare,tante volte anche di noi stessi.

Stavo per chiudere il negozio,

quando sei entrata per comprare un regalo.

Io dietro a un banco ormai vuoto,

ho incartato un sorriso.

Era l’unica cosa rimasta,

e non sarebbe bastato,

a farti ritornare.

Invece stavo sbagliando,

ancora una volta.

Perché poi sei tornata.

Ora quel negozio ha più colori.

Odora di vita.

E il regalo che mi fai è il più importante,

il tuo sorriso.