A sfumare

Come ogni sera, sul palco,
resto a guardare gli spalti ormai vuoti.
Le luci sono spente,
il ricordo vivo di quei volti che sorridono.
Un uomo, una donna,
che si abbracciano.
Ridono, ancora.
Li vedo andar via,
tra le voci nella sala.
Ormai quasi deserta.
Ma che volete che ne sappia, io.
Sono solo un comico,
un uomo che,
per vivere,
indossa una maschera
E che, ogni sera,
svanisce,
con le luci dei riflettori,
silenziosamente.
A sfumare.

Photo by Unsplash