La poesia non vende

La poesia non vende,
ma questa non è poesia.
É ruggine,
olio che galleggia sul mare.
La parola sbagliata,
quella che rompe la rima.
La strada ghiacciata,
nel buio acceso della notte.
É carta da parati,
a nascondere l’umido.
Il sorriso forzato,
di chi non si aspettava di vederti.
La parola gentile,
che cela una minaccia.
La menzogna sussurrata,
a chi si nutre di speranza.
La poesia non svende,
per questo non siete poeti.
Io sono un impostore,
uno spacciatore di parole.
Il mio incasso sono lacrime,
di chi ha bisogno di una lama,
per trafiggersi il petto.
E svelare il suo cuore,

per trovare ancora inchiostro.

Photo by Thomas Kinto on Unsplash
Text by Daniele Mosca