I consigli della rabbia

La rabbia è una buona consigliera, talvolta. Spinge a compiere gesti coraggiosi, che mai avresti fatto in altri contesti. Spinge il sangue al cervello con una tale forza da amplificare i pensieri. Per certi versi ha gli effetti di una droga. Potente, efficace, diretta. Come tutte le droghe, però, ha degli effetti negativi. Provoca assuefazione. Annebbia la lucidità. Acceca gli intenti. Siamo sinceri, ha quasi sempre una ragione ben fondata. Quello a cui non pensiamo mai è a quello che la rabbia lascia dentro. Alle scorie tossiche. Alla sensazione di amaro che resta in bocca. La maggior parte delle volte rende vulnerabili e immersi nei sensi di colpa. Con l’età ho capito che una sana e lucida cattiveria può fare stare meglio. Come quando ci si prepara a entrare in campo per una partita importante. Una cattiveria che ti dia la forza di difenderti e contrattaccare alla prima occasione. Chi si vanta di essere perfetto, luminoso, sempre giusto, fa semplicemente una sola cosa. Mente.Photo by UnsplashText by Daniele Mosca