Difendere

Qualche giorno fa ho scritto un testo che raccontava dei pensieri di un papà che cercava le attenzioni della propria figlioletta. Uno scritto chiaramente ironico, ma che svela le dinamiche di chi si sta scoprendo genitore. La verità, però, è un’altra. Io non parlavo di me, ma di un ruolo speculare e fondamentale: quello della mamma. Infatti è lei che costruisce giorno dopo giorno un rapporto unico e simbiotico con la propria figlia. Un gioco fatto di sguardi e carezze. Di fatica. Un mondo in cui una donna scopre di essere essenziale per una personcina, che dipende completamente da lei. Un rapporto unico, appunto. Nessun altra persona, per quanto possa sforzarsi, può entrare in questa sfera intima e protetta, nemmeno il papà. Ed è la natura a scegliere questi meccanismi, a noi non viene concesso di stravolgerli, ma di agevolarli. E soprattutto il papà ha un compito importante: quello di difenderli.