Come le parole che non sono mai state dette

Quante parole non sono state dette.
Quante bugie.
Quante volte avremmo bisogno di urlare.
Muri di gomma.
Ci assorbono,
come ingorghi all’ora di punta.
E noi lì,
a cercarne un motivo.
A costruirne trame.
Quanti sguardi sono rimasti a metà.
In bilico tra cielo e mare,
tra inganno e verità.
E ora le onde si infrangono con più forza,
sugli scogli delle nostre certezze.
Che vorrebbero essere leggere,
come gabbiani,
come le parole che non sono state mai dette.

Photo by Unsplash
Text by Daniele Mosca