Campana

Si disegnavano sull’asfalto dei quadrati e dei numeri con il gesso e quello diventava il gioco perfetto. Il luogo in cui trascorrere ore e ore con altri compagni di gioco. Chissà se quel mondo esiste ancora, adesso che tutto è digitale, rinchiuso nei monitor. Nascosto in scatole segrete che chiamano server. Chissà se noi siamo ancora gli stessi, nonostante gli anni. Ora che sono i numeri a giocare con noi.